Una Comunità radunata nell’amore testimone di fratellanza

by Raffaelli Roberto on

Vi proponiamo via web la traccia dell’Adorazione Eucaristica in occasione della Festa della Parrocchia 2020 (venerdì 6 Novembre ore 18.30) in modo che possiate seguirci anche dalle vostre casa.

ADORAZIONE EUCARISTICA

1° venerdì del mese di novembre  2020

Celebrante:  Fratelli e Sorelle questa preghiera di adorazione in occasione dell’annuale Festa della Parrocchia è centrata su alcune brevi e semplici riflessioni del nostro fratello Alessandro, per tanti anni sacrestano e tutto fare della nostra parrocchia, che quest’estate ci ha lasciato in maniera improvvisa.

Alessandro Traferri

Sono pensieri che si adattano bene a questa momento di preghiera per la nostra comunità parrocchiale che ci fanno riflettere su alcune elementi dello stile di fratellanza alla base della vita comunitaria

Iniziamo ponendoci in atteggiamento di adorazione

Canto

In ascolto del Signore

<<Allora i farisei, udito che egli aveva chiuso la bocca ai sadducei, si riunirono insieme
e uno di loro, un dottore della legge, lo interrogò per metterlo alla prova:
“Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?”. 
Gli rispose: “Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente.
Questo è il più grande e il primo dei comandamenti.
E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso.
Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti”.>>

Mt. 22,34-40

Pensiero di riflessione di Alessandro:

Noi esseri umani, per amare il prossimo, dobbiamo prima amare noi stessi, perché molte volte non ci amiamo, anzi ci facciamo del male, per questo Gesù ha detto «ama il prossimo tuo, come io ho amato voi»

Pausa di riflessione
Canto (breve)

In ascolto del Signore

<<Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati.
Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.
Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando.
Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l’ho fatto conoscere a voi.
Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda.
Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri.>>

Gv. 15,12-17

Pensiero di riflessione di Alessandro:

Gesù insegnava agli Apostoli dicendo loro: «amatevi gli uni gli altri, come io ho amato voi».

Il Signore ci ha amato così tanto da donare la sua vita per la nostra salvezza.

Gesù con questo gesto ci fa capire che noi, nella nostra vita, dobbiamo amare i nostri fratelli e sorelle (il nostro prossimo),  amarli non a parole, ma con le azioni.

Questo insegnamento serve a noi per essere veri figli di Dio e camminare sulla strada che conduce al suo Regno.

Pausa di riflessione
Canto (breve)

In ascolto del Signore

<<Pietro gli si avvicinò e gli disse: “Signore, quante volte dovrò perdonare al mio fratello,
se pecca contro di me? Fino a sette volte?”.
E Gesù gli rispose: “Non ti dico fino a sette, ma fino a settanta volte sette.>>

Mt. 18, 21-22

Pensiero di riflessione di Alessandro:

Il perdono è una conseguenza dell’amore: se noi non perdoniamo a chi ci fa del male e ai nostri nemici, non c’è amore.  Amare e perdonare il prossimo è un insegnamento che il Signore ci ha lasciato.

Noi cristiani dobbiamo seguire questo insegnamento di Gesù che con umiltà, per amore nostro, si è fatto crocifiggere e ha versato il suo sangue per i nostri peccati.

Per amore poi ha perdonato chi lo ha crocifisso, quindi noi dobbiamo amare e perdonare e donare se vogliamo essere in sintonia con il cuore di Gesù.

Pausa di riflessione
Canto (breve)

In ascolto del Signore

Dà a chiunque ti chiede; e a chi prende del tuo, non richiederlo.
Ciò che volete gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro.
Se amate quelli che vi amano, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso.
E se fate del bene a coloro che vi fanno del bene, che merito ne avrete? Anche i peccatori fanno lo stesso.
E se prestate a coloro da cui sperate ricevere, che merito ne avrete? Anche i peccatori concedono prestiti ai peccatori per riceverne altrettanto.
Amate invece i vostri nemici, fate del bene e prestate senza sperarne nulla, e il vostro premio sarà grande e sarete figli dell’Altissimo; perché egli è benevolo verso gl’ingrati e i malvagi.
Siate misericordiosi, come è misericordioso il Padre vostro.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà perdonato; date e vi sarà dato; una buona misura, pigiata, scossa e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con cui misurate, sarà misurato a voi in cambio”

Lc. 6, 30-38

Pensiero di riflessione di Alessandro:

Donare è un atto d’amore verso il prossimo. Noi possiamo donare molte cose, come la pace verso il nostro nemico, fratello, sorella, collega di lavoro, compagno di gioco, nel condominio, nello sport, sul lavoro, in ogni attività quotidiana.

Si può donare il proprio tempo a chi ha bisogno, a chi è solo, malato o povero, emarginato, alle persone che si sentono sole perché lontane dal Signore e non sanno che il Signore è sempre con loro.

Si può donare la testimonianza della propria vita spirituale per far comprendere al fratello o alla sorella che l’amore e la preghiera comunitaria è la strada che porta al Cuore e al Regno di Gesù.

Canto Eucaristico

Benedizione eucaristica

Preghiamo

Signore Gesù Cristo che nel mirabile sacramento dell’Eucaristia
ci hai lasciato il memoriale della tua Pasqua,
fa che adoriamo con viva fede il Santo Mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue
per sentire sempre in noi i benefici della Redenzione.
Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen

Acclamazioni:

Dio sia benedetto.
Benedetto il Suo Santo Nome.
Benedetto Gesù Cristo vero Dio e vero Uomo.
Benedetto il Nome di Gesù
Benedetto il suo Sacratissimo Cuore.
Benedetto il suo Preziosissimo Sangue.
Benedetto Gesù nel santissimo sacramento dell’altare.
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.
Benedetta la gran Madre di Dio, Maria Santissima.
Benedetta la sua Santa ed Immacolata Concezione
Benedetta la sua gloriosa Assunzione.
Benedetto il nome di Maria, Vergine e Madre.
Benedetto San Giuseppe suo castissimo sposo.
Benedetto Dio nei suoi angeli e nei suoi santi.

Canto Eucaristico

Written by: Raffaelli Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.